L'IPSEOA "A. CELLETTI"

       E' SOSTENUTO DA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'IPSEOA "A. CELLETTI"

              SOSTIENE

                  

 

 

 

 

 

 

SEI IN : Home Page » Pagina 6

Campionati della Cucina Italiana della Federazione Italiana Cuochi  a Rimini  

Sotto il segno del “Celletti”

Pioggia di medaglie ( di cui una d’oro!!!)  per Angela Ferrante . A segno anche la nostra ex allieva,   Riolessi, con un argento

Splendida medaglia d’oro per Angela Ferrante, ai campionati della cucina italiana, a Rimini , nella categoria K1, cucina calda. La nostra  studentessa, aderente anche alla FIC di Latina, ha  partecipato,  dal 17 al 20 febbraio,  alla prestigiosa competizione   insieme ad  una nutrita e qualificata delegazione di studenti dell’Alberghiero di Formia, composta da Francesco De Chirico, Frascogna Antonio, Mariorenzi Giuseppe, Ciro Petrone, Di Fonzo William .  Al gruppo vanno aggiunti altri due nostri ex studenti, Riolessi Giuseppina e Ianniello Orlando. A coordinarli, il prof. Luigi Lombardi, docente  di cucina, nonché presidente  provinciale dell’Associazione cuochi, coadiuvato da alcuni tecnici dell’istituto.    “A  tutti va il nostro plauso, per il lustro dato alla nostra istituzione, che non va assolutamente disperso”,  questo il commento a caldo della dirigente Piantadosi.

Fin dall’inizio della manifestazione  le cose  sono andate per il verso giusto   per l’alberghiero “Celletti”  :  Angela  nella prima giornata di competizione   ha ottenuto una brillante medaglia di bronzo al   Trofeo “Metro”, miglior allievo degli Istituti alberghieri italiani, gara in cui, tra l’altro rappresentava, per aver vinto le selezioni di gennaio, tutti  gli alberghieri della Regione Lazio.

Ha conseguito il prestigioso riconoscimento, sempre  di valenza nazionale,  con un  antipasto vegetariano, Uovo su nuvola di patate, in linea col tema proposto.

Ma il momento  più entusiasmante, anche per la nostra scuola, c’è stato  durante la gara per junior  identificata  con la sigla K! , ossia Cucina calda. Qui  Angela ha ottenuto la medaglia d’oro del giorno   che la colloca  ai vertici nazionali, su decine  di partecipanti selezionati tra gli Istituti alberghieri per la categoria.

Il suo piatto, Mediterranean Fantasy ha ottenuto un autentico  trionfo,  con 91.25 punti , ben 6 in più sulla seconda che , guarda caso ,  è stata  Giuseppina Riolessi, argento, anche lei espressione dell’alberghiero di Formia!!! E non era una gara inter nos, ma partecipavano concorrenti di tutta Italia! Insomma, se queste sono le premesse, il futuro dell’enogastronomia italiana parlerà sicuramente anche   formiano, nel senso di scuola di provenienza delle promesse,  con grande soddisfazione per il Sud Lazio e l’Alta Campania , da  dove provengono i  nostri studenti.  Agli altri  concorrenti  del Celletti è andato un diploma di merito, a dimostrazione comunque  di grande professionalità

Ecco cosa ha detto Angela durante  un’intervista :

Qual era il tema di quest’anno? Cosa hai preparato?

Il tema di quest’anno era la Cucina mediterranea, generalmente si pensa che per cucina Mediterranea  ci si riferisca a quella italiana ed è un grande errore, perché il Mar Mediterraneo bagna diverse nazioni e sono diverse culture che si uniscono insieme ed io , nel mio piatto, Mediterranean fantasy che mi ha dato l’oro, , ho voluto fondere insieme   diverse culture. Ho utilizzato come alimento principale l’agnello, che oltre ad essere prodotto tipico italiano e spagnolo, è anche parte della nostra cultura e della nostra religione.

Ho preparato l’agnello in un involtino fatto con la pancetta, pollo e spinaci, cotto a basa temperatura, e come elemento secondario il foie gras  ,  che tutti pensano sia originario della Francia, ma    la Francia ne è solo il maggior produttore e consumatore; in realtà , stando anche a testi antichi e ai geroglifici, sembra che   sia nato in  Egitto  , comunque fa  parte della cucina mediterranea,

Ho usato molte verdure tipiche nostre ma soprattutto patate e pomodori che pur non essendo mediterranei hanno caratterizzato molto la nostra cultura, ne produciamo e consumiamo molto di questi alimenti.

Molti piatti italiani si basano sul pomodoro.

Cosa prevedi per il tuo futuro, una volta finito l’Alberghiero di Formia?

Quest’anno mi diplomerò, dopo di che ho intenzione di non  fermarmi con lo studio, vorrei provare ad entrare nell’alta formazione di Tione, perché lo chef di oggi deve essere completo, pur riconoscendo che  già le basi datemi dall’alberghiero di formai sono ottime.

Ringraziamo , per chiudere , Angela e gli altri splendidi rappresentanti della nostra scuola e della FIC di Latina . il prof. Luigi  Lombardi e tutto il personale dell’Alberghiero Celletti che con spiccata professionalità hanno consentito ai ragazzi di ottenere riconoscimenti così prestigiosi, che sicuramente  avranno  un’ottima ricaduta sull’immagine della scuola , diretta con orgoglio dalla dott.ssa Monica Piantadosi!

Ai prossimi successi, ragazze e ragazzi!  (B.T.)