L'IPSEOA "A. CELLETTI"

       E' SOSTENUTO DA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'IPSEOA "A. CELLETTI"

              SOSTIENE

                  

 

 

 

 

 

 

SEI IN : Home Page » Pagina 7

Volontariato dell’IPSEOA “Celletti” ad Amatrice

Gestito , in collaborazione con la FIC e la Protezione Civile, il campo mensa di Torrice

 

Ennesima dimostrazione, sincera, attraverso atti concreti, della grande generosità dell’Alberghiero di Formia rivolta alle popolazioni colpite dal sisma dell’agosto del 2016.   Infatti,  benché sia trascorro quasi un anno dal terribile terremoto che  ha scosso  una vasta area tra Lazio  e Umbria, continua l’emergenza, che richiama ancora ,   in quei territori, la presenza di numerosi volontari che assistono una popolazione ancora scossa e alle prese con i problemi post sisma, ancora irrisolti.  E’ in quest’ottica che   dal 15 al 19  maggio una delegazione dell’Alberghiero di Formia, guidata dal prof.   Luigi Lombardi, si è recata nel comune di Amatrice,  su  invito di collaborazione al nostro istituto giunta  dalla Protezione Civile, attraverso l’associazione  V.E.R.  Sud pontino, presieduta da Antonio Tomao, per la preparazione di pasti per la popolazione, ancora nei container e nei moduli.  Erano necessari,  per la gestione   del campo mensa di Torrita , frazione di Amatrice , un docente e tre alunni maggiorenni: sono partiti  Del Franco Antonio Pio,  Carpinelli Nuzzi Alessandro e  Della Rocca Francesco -  che avrebbero utilizzato la circostanza come stage In regime di alternanza scuola lavoro .  Il prof Lombardi Luigi, presidente della Associazione Cuochi di Latina,    si è subito proposto, a sua volta,  offrendo le sue prestazioni come beneficenza.  

Le giornate di lavoro dei nostri tre studenti sono state intensissime: ore 7 sveglia per la preparazione dei pasti per gli ospiti della  mensa  e forze dell’ordine , popolazione, operai. Ogni giorno circa 230 persone a pranzo e 160 a cena  dando loro la possibilità  di scelta tra due primi,  due secondi e due contorni. La situazione fuori dal campo, hanno sottolineato i nostri amici,  non è molto felice : si nota la costruzione di nuove case , ma ci sono ancora tante, tante  macerie  ( come si vede chiaramente dalla foto) . Ad Amatrice c’è un solo bar aperto. Gli studenti e il prof. hanno dormito in un container e sono  ritornati venerdì 19  maggio intorno alle tredici.

La riconoscenza verso il nostro operato , e per chi si è prodigato in questi mesi di emergenza senza nulla  pretendere ,  è stata sottolineata dalle autorità locali   con la consegna degli attestati di benemerenza,     durante una cena organizzata dalla FIC  di Rieti     nel castello di Montenero Sabino ;   nella circostanza la Federazione cuochi nazionale ha  consegnato un pulmino offerto   a Amatrice . La donazione è avvenuta nelle mani dell’attuale sindaco   .

Non si sa quando sarà chiusa la struttura presso cui hanno operato  gli studenti dell’alberghiero ,   ora vede impegnata la Protezione civile, la FIC e le scuole alberghiere. Tra non molto subentrerà la Caritas .

L’Alberghiero di Formia  si farà trovare sempre pronto nel caso vi fosse ancora bisogno  , soprattutto quando si approssimerà la stagione invernale. Oltre che con la presenza sul campo, al  comune di Amatrice sarà destinata un’offerta in denaro, circa 200 euro,   frutto della raccolta fatta dai redattori del giornale d’istituto “L’Eco del Celletti”. In conclusione, è  doveroso sottolineare che  a incoraggiare  il  personale e gli studenti a questi interventi è stata la dirigente Monica Piantadosi, dimostratasi particolarmente sensibile  di fronte al dramma delle popolazioni colpite dal sisma.